DMR

Discussione generale per argomenti Ham

Moderatori: Giovanni IZ5RMW - SK, 1PNP548

DMR

Messaggiodi Scarabottolo » 26/05/2018, 20:45

Salve a tutti. Sono venuto a conoscenza che a questo link https://hose.brandmeister.network/222/ è possibile ascoltare i QSO nel modo digitale denominato DMR. Avevo già ascoltato i caratteristici toni del DMR su alcune frequenze di ponti ripetitori in uhf. Ho l'impressione che tale modo di comunicare sia assolutamente simile a quello analogico, nel senso che gli operatori chiamano e se c'è qualcuno che risponde bene, caso contrario il ricetrasmettitore DMR rimane al proprio posto in standby. Non intendo svilire il DMR così come tecnica proposta, però mi sembra che praticamente non sia stato un successo. Altri pareri sono i benvenuti. Saluti da Claudio IK3XKQ
Avatar utente
Scarabottolo
Operatore interessato
 
Messaggi: 98
Iscritto il: 05/02/2014, 19:15

Re: DMR

Messaggiodi nolby » 28/05/2018, 5:47

Il DMR (o altri sistemi digitali) sono una vera rivoluzione in campo professionale.
In campo amatoriale parliamone...
Ci sono indubbi pregi: dalla facilità di track GPS fatta in automatico e contemporaneamente alla voce, alla possibilità di inviare ricevere brevi messaggi di testo o creare dei gruppi di lavoro più o meno chiusi.

Diciamo che le capacità di questi sistemi sono quelle non solo di una normale rete analogica ma si può fare tutto contemporaneamente quello che si faceva con una rete FM + rete APRS + rete Echolink...e molto di più... Senza contare il fatto che in termini di efficienza una semplice diretta DMR "fa più strada" di una in FM.
Anche la logica di funzionamento del QSO non è così immediata come la pensi tu... nel senso che ogni ripetitore a cui ti agganci può farti uscire a più livelli dal locale al -follia- nazionale.

Il motivo della diffusione capillare del DMR nel mondo HAM è che essendo un sistema "pubblico" e non proprietario di un marchio il mercato si è subito riempito di apparati cinesi a basso costo nonostante il sistema DMR (essendo appunto stato pensato per il campo professionale) ha delle caratteristiche che ben poco si addicono a noi OM.

Molto più adatto a noi è il D-star che ha una diffusione minore proprio per via del fatto che una Icom ha un prezzo molto più alto di un cinesino.

Io ho un palmare UHF DMR ma di fatto non trova nessun impiego a livello "ludico"... lo uso giusto quando sono in giro con altri amici della sezione ARI per cui si parte già con un accordo preventivo sul come sentirsi.
Call: IZ2YWI
Avatar utente
nolby
Operatore Senior
 
Messaggi: 846
Iscritto il: 10/09/2012, 16:51

Re: DMR

Messaggiodi pat0691 » 28/05/2018, 15:28

Scarabottolo ha scritto:Salve a tutti. Sono venuto a conoscenza che a questo link https://hose.brandmeister.network/222/ è possibile ascoltare i QSO nel modo digitale denominato DMR. Avevo già ascoltato i caratteristici toni del DMR su alcune frequenze di ponti ripetitori in uhf. Ho l'impressione che tale modo di comunicare sia assolutamente simile a quello analogico, nel senso che gli operatori chiamano e se c'è qualcuno che risponde bene, caso contrario il ricetrasmettitore DMR rimane al proprio posto in standby. Non intendo svilire il DMR così come tecnica proposta, però mi sembra che praticamente non sia stato un successo. Altri pareri sono i benvenuti. Saluti da Claudio IK3XKQ


Tutt'altro !!!! Il sistema DMR e' un successo incredibile ed e' in continua espansione, sia per i motivi che ti hanno descritto qui sopra, che per la economicita' dei ricetrasmettitori in vendita.
pat0691
Nuovo operatore
 
Messaggi: 3
Iscritto il: 07/05/2018, 13:42

Re: DMR

Messaggiodi Claudio IZ1LAT » 29/05/2018, 9:30

La solita domanda che un radioamatore riceve, quando illustra ad un ignorante in materia in cosa consiste l'attivita radioamatoriale, è:"Ma non fate prima a telefonarvi...?"
Immagino sarà capitato a chiunque di voi che leggete... Ecco, come risposta di solito sorrido, e cerco di spiegare la soddisfazione che si prova a collegare il corrispondente dall'altra parte del mondo, magari seduto su uno scoglio che con la sua antenna a canna da pesca e il suo trasmettitore qrp, che chiama da in mezzo all'oceano.
Ma se tenessi in mano un trx digitale, come potrei dare la stessa spiegazione? probabilmente direi:"Bhe si, in effetti hai ragione...."
Frasi cult
Capitan Ventosa e soci, con l'avvallo della loro redazione, hanno la presunzione di potersi sostituire al Ministero dello Sviluppo Economico.
"...oggi c'era il vento che spostava le onde radio, ecco perchè c'era poca propagazione"
"...arrivi 9-10, 9-11" - "stò aprendo un sito, cosi ci metto le radio, presto sarà on air"
IZ1LAT
Visita il mio sito web!
Avatar utente
Claudio IZ1LAT
Fondatore della ruota
 
Messaggi: 4131
Iscritto il: 20/10/2008, 13:28
Località: Bagnolo P.te (CN)

Re: DMR

Messaggiodi nolby » 30/05/2018, 22:42

Claudio IZ1LAT ha scritto:La solita domanda che un radioamatore riceve, quando illustra ad un ignorante in materia in cosa consiste l'attivita radioamatoriale, è:"Ma non fate prima a telefonarvi...?"


Quando capita (spessissimo, hai ragione) faccio sempre notare che siamo tutti, sempre, costantemente dei radio-utilizzatori.

Il cellulare non è forse una radio?
e la televisione?
e il wi-fi di casa?
e il telecomando del cancello?
e il telepass?


Ogni "tipo di radio" ha le sue caratteristiche... da quelle più moderne e sofisticate a quelle che sembrano in apparenza superati... il radioamatore si appassiona e conosce -alcuni- di questi sistemi e sa scegliere quale sfruttare per far fronte alle proprie esigenze.

Se voglio con una batteria e un'antenna (magari improvvisata) parlare con l'altro capo del mondo mi rivolgerò ai ricetrasmettitori HF;
Se voglio trasmettere uno streaming video mi rivolgerò ai pannellini a qualche GHZ
Se voglio un sistema che mi permetta di sfruttare ripetitori per chiamate selettive e localizzazione di palmari o veicolari mi dedicherò a sistemi come il DMR.

Il tipo di modulazione, di apparato e di banda deve essere scelto in base alle nostre esigenze/curiosità/passioni e non viceversa.
Sono un grande sostenitore dell'idea che il radioamatore abbia varie "specialità" e non sia un "tuttologo della radio"... chi si appassiona di DMR e non ha interesse nelle HF, chi ama il vintage e si dedica a CW e valvole, chi viene dall'informatica e trova interessante il wi-fi e i pannellini, chi si accontenta delle quattro chiacchere sul ponte locale,...
il fatto che siamo nell'era digitale e che si possano acquistare apparati DMR a poco prezzo non significa che tutti i radioamatori debbano avere il DMR o trovarlo utile/interessante.
Come dicevo è un sistema nato e pensato per applicazione professionale. Trovo quindi assolutamente naturale il fatto che in campo amatoriale abbia successo sono con gli OM che per un motivo o per l'altro abbiano esigenze simili a quelle del settore professionale (gruppi ARI-RE, sezioni che fanno assistenze ad eventi oppure singoli radioamatori che sono tecnici o utenti di reti digitali professionali per lavoro)
Call: IZ2YWI
Avatar utente
nolby
Operatore Senior
 
Messaggi: 846
Iscritto il: 10/09/2012, 16:51

Re: DMR

Messaggiodi Claudio IZ1LAT » 01/06/2018, 10:07

l'unica cosa, è che non ci vedo proprio nulla di sperimentale in questo.
Se compri il telefono nuovo e cerchi di capire come funziona, non puoi certo definirti uno sperimentatore...
Trovo che si stia andando sempre di più verso il pigiabottonismo che verso il radiantismo, ma questo in tutte le bande, prendi pure anche le hf ad esempio, ora con sta moda dell'FT8 praticamente il pc in autonomia chiama, riceve, risponde e manda la qsl.
Frasi cult
Capitan Ventosa e soci, con l'avvallo della loro redazione, hanno la presunzione di potersi sostituire al Ministero dello Sviluppo Economico.
"...oggi c'era il vento che spostava le onde radio, ecco perchè c'era poca propagazione"
"...arrivi 9-10, 9-11" - "stò aprendo un sito, cosi ci metto le radio, presto sarà on air"
IZ1LAT
Visita il mio sito web!
Avatar utente
Claudio IZ1LAT
Fondatore della ruota
 
Messaggi: 4131
Iscritto il: 20/10/2008, 13:28
Località: Bagnolo P.te (CN)

Re: DMR

Messaggiodi nolby » 01/06/2018, 19:24

...e cosa vuoi "sperimentare"? Puoi solo rifare quello che in campo professionale esiste già. Esiste già tutto, e con la miniaturizzazione dei componenti è quasi impossibile anche cercare di fare quello che facevano i radioamatori fino a un paio di decenni fa (provate a cercare le cose che servono per costruire un Paraset, diventate matti e vi passa la voglia).

Per chi ama il pc c'è da sperimentare: in sezione si divertono a gestire la logica di reti DMR autocostruite con vecchi rottami di radio FM tramite raspberry. Ma anche qui nulla di nuovo se non un replicare in maniera artigianale un qualcosa che spendendo qualche € in più (e a volte si tratta veramente di una differenza di prezzo davvero sottile) si trova già belle e fatta con tanto di garanzia.

Insomma, ci piace dire che siamo degli sperimentatori ma in realtà - secondo me - i tempi in cui il radioamatore scopriva, inventava e sviluppava nuove tecnologie sono finiti ben prima che io nascessi.

Ma qui andiamo molto off-topic, cadendo in una tematica che fino ad ora non ho mai visto nessuno affrontare, cioè il ruolo del radioamatore OGGI. Ad esempio il mondo radioamatoriale a mio avviso deve essere custode di tutto quel patrimonio storico e culturare che andrebbe altrimenti perso a causa dell'avanzamento della tecnologia.
Call: IZ2YWI
Avatar utente
nolby
Operatore Senior
 
Messaggi: 846
Iscritto il: 10/09/2012, 16:51

Re: DMR

Messaggiodi Claudio IZ1LAT » 01/06/2018, 21:39

mica sto dicendo che il radioamatore medio deve "Sperimentare" per scoprire chissà quali nuovi cazzi...
per me la sperimentazione, anzi, la risperimentazione, è proprio cercare di almeno riottenere con modesti mezzi e attrezzature, risultati in parte simili a cio che magari si può appunto comprare con qualche euro in più, prendere due pezzi di filo e realizzare un dipolo, tarare un filtro... Questa è l'istruzione individuale di cui si parla al primo punto della normativa che riguarda i radioamatori, che cito:
L’attività di radioamatore consiste nell'espletamento di un servizio, svolto in linguaggio chiaro, o con l'uso di codici internazionalmente ammessi, esclusivamente su mezzo radioelettrico anche via satellite, di istruzione individuale, di intercomunicazione e di studio tecnico...


poi ci saranno anche radioamatori che scopriranno chissà quali nuovi cazzi, ed io di certo non sarò tra loro, però relegare l'intera categoria a pigiabottoni, perchè tanto non ci sia più niente da inventare, lo trovo un pò sminuente...
Frasi cult
Capitan Ventosa e soci, con l'avvallo della loro redazione, hanno la presunzione di potersi sostituire al Ministero dello Sviluppo Economico.
"...oggi c'era il vento che spostava le onde radio, ecco perchè c'era poca propagazione"
"...arrivi 9-10, 9-11" - "stò aprendo un sito, cosi ci metto le radio, presto sarà on air"
IZ1LAT
Visita il mio sito web!
Avatar utente
Claudio IZ1LAT
Fondatore della ruota
 
Messaggi: 4131
Iscritto il: 20/10/2008, 13:28
Località: Bagnolo P.te (CN)

Re: DMR

Messaggiodi nolby » 08/06/2018, 7:30

Tra lo sperimentatore e il pigiabottoni chè di mezzo un universo di sfumature.

Anche il pigiabottoni, quello che si compra tutto e si fa montare la stazione da un tecnico, può essere a suo modo uno "sperimentatore" studiando la propagazione.

Quello che dicevo io, inserito in questa discussione in cui un OM si interroga sull'effettiva utilità del DMR in campo HAM, è che secondo me va rivisto un pochino il ruolo del radioamatore oggi.


Come tu giustamente sottolinei l'attività radioamatoriale viene definita "servizio" e se non fosse ritenuta tale perderemmo la motivazione per cui ci sono stati concessi non pochi privilegi che abbiamo nei confronti degli altri utilizzatori dell'etere (hobbisti o professionisti). Ecco perchè a mio avviso è importante rivedere il ruolo del radioamatore per rimarcare questo aspetto. Già l'immagine che abbiamo è quella di pigiabottoni fonte di disturbi ed interferenze, per cui ben venga lo studio di queste nuove tecnologie come tutti gli altri progetti che possano ricontestualizzare il radioamatore con un ruolo dinamico ed al passo con la tecnologia che viene sfruttata per altri scopi. Il conoscere ed essere in grado di sfruttare in maniera flessibile sistemi moderni come il DMR o i pannellini WLAN non è cosa da poco.

Mentre, per gli amanti del vintage, c'è da definire il mondo radioamatoriale come custode di tutto quel percorso evolutivo che è iniziato con Marconi e ci ha portato ad avere l'Iphone.
Call: IZ2YWI
Avatar utente
nolby
Operatore Senior
 
Messaggi: 846
Iscritto il: 10/09/2012, 16:51

Re: DMR

Messaggiodi IW2BSF » 31/10/2018, 15:23

beh che il DMR sia piu' per esperti informatici che per noi OM.... non e' poi tanto sbagliato, hi !


se vuoi capire in modo semplice e terra terra il sistema digitale DMR come funziona ( con brevi accenni anche al D-Star e C4FM)

ho creato una guida che spero spieghi il tutto in modo facile (spero, hi )

e dove spiego anche il CAOS delle 3 reti nazionali italiane dallo scorso 1 settembre 2018.


la puoi scaricare dal mio sito web a meta' pagina qui:

https://rodolfo-parisio.jimdo.com/nuovi-articoli-2019/


73 de IW2BSF - rudy
IW2BSF
Operatore baby
 
Messaggi: 32
Iscritto il: 25/04/2015, 12:45

Re: DMR

Messaggiodi Scarabottolo » 31/10/2018, 20:24

Salve Rudy. Ringrazio per il messaggio, tuttavia per poter scaricare il pdf nel sito, mi si chiede la password. Aggiungo che ricordo ancora i momenti di passione incontrati durante le ricetrasmissioni in packet e non solo a 300 bytes ma anche a 1,2 K e 9,6 in vhf e uhf. Secondo me lì era obbligatorio un discreto impegno, non soltanto per autocostruirsi il modem ma anche per tarare il miglior livello di volume per non infrangere la massima deviazione consentita dalla normativa etc.
Ci sono stati anche momenti particolari collegando via ISS sempre in modalità packet. Non so in che misura i radioamatori nazionali ed internazionali abbiano contribuito a fare cadere in disuso anche questo modo digitale, penso che le ragioni stiano altrove ed in particolare con le proposte / offerte sul mercato di nuovi apparati tramite i quali trarre il miglior profitto in termini di $$$. C'era anche il nodo supervozelj a 38,4 Kbytes .... Bene. Auguro a tutti buoni qso. Saluti da Claudio, IK3XKQ
Avatar utente
Scarabottolo
Operatore interessato
 
Messaggi: 98
Iscritto il: 05/02/2014, 19:15

Re: DMR

Messaggiodi IW2BSF » 01/11/2018, 18:00

ciao Carissimo Claudio, bei tempi quelli e quanti ricordi.... si vero il modem in packet radio...hi hi :-h


PS per la pass del mio sito no problem, basta chidermela qui in privato o nel mio sito nella pagina "contattami".


73 de Rudy
IW2BSF
Operatore baby
 
Messaggi: 32
Iscritto il: 25/04/2015, 12:45


Torna a General Ham

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite