Consultazione pubblica per il nuovo PNRF

Discussione generale per argomenti Ham

Moderatori: Giovanni IZ5RMW - SK, 1PNP548

Consultazione pubblica per il nuovo PNRF

Messaggiodi IN3EQA » 01/07/2018, 15:02

Il MiSE ha pubblicato, lo scorso 27 giugno, l’avviso di consultazione pubblica per commenti e proposte di eventuali modifiche e/o revisioni al PNRF (piano nazionale di ripartizione delle frequenze). Questo è il riferimento sul loro sito web: http://www.mise.gov.it/index.php/it/198-notizie-stampa/2038314-piano-di-ripartizione-delle-frequenze-pnrf-consultazione-sulla-bozza-di-revisione

Questa è l’unica occasione in cui è possibile esprime un messaggio per cercare di modificare lo status-quo. Personalmente ho sempre considerato l’assegnazione in statuto esclusivo al ministero della difesa della gamma 434-435 MHz un “pugno nell’occhio” ai radioamatori. Unica amministrazione ad aver militarizzato una porzione di frequenze che la CEPT assegna al servizio di radioamatore, sia pure in statuto di servizio secondario. Se andate in RSM (repubblica di S. Marino), oppure passate il confine al passo del Brennero e in tutti gli altri paesi confinanti potete utilizzare la gamma 434-435 MHz, qui no… Ritengo che sia necessario far giungere all’amministrazione italiana un messaggio molto semplice: i radioamatori vogliono che sia armonizzata la gamma 430-438 MHz a assicurato l’utilizzo al servizio di radioamatore, anche in territorio italiano, della porzione di frequenze 434-435 MHz. Anche perché le emissioni dei radioamatori degli stati confinanti non si fermano ai rispettivi confini geopolitici…
Ho allo scopo preparato una lettera che chiunque di noi può decidere di inviare all’indirizzo consultazione.pnrf2018@mise.gov.it :


Gentile direzione generale per la pianificazione e la gestione dello spettro radioelettrico, ho avuto modo di leggere il vostro testo in consultazione pubblica, in merito alle modifiche al vigente Piano di Ripartizione delle Frequenze (PNRF). Sono titolare di autorizzazione generale di stazione di radioamatore, con il nominativo di chiamata ......... e avendo voi aperto la consultazione a commenti e proposte di eventuali modifiche e/o revisioni a tutte le parti di cui è costituita la bozza di piano in consultazione, riporto quella di cui il Servizio di Radioamatore ha urgente esigenza :

- assegnazione in statuto di servizio ESCLUSIVO della porzione di frequenze 434-435 MHz al MiSE in quanto gestore e al SERVIZIO DI RADIOAMATORE in quanto utilizzatore.

Il piano nazionale di ripartizione delle frequenze redatto dalla CEPT assegna la gamma 434-435 MHz al servizio di amatore ed è incredibile che l'amministrazione italiana abbia, da decenni, sottratto ai radioamatori un diritto sancito in ambito internazionale. Per altro producendo gravi problemi di compatibilità con altri apparati (LPD) quando essi furono immessi sul mercato. La gamma 434-435 MHz è utilizzata dal servizio di radioamatore anche nella repubblica di San Marino, nonché in tutti i Paesi confinanti (France, Schweiz, Österreich, Slovenija), le cui emissioni certamente non si fermano ai rispettivi confini geopolitici. E' assolutamente necessario armonizzare la gamma 430-438 MHz che per troppo tempo ha visto l'amministrazione italiana, unica in sede CEPT, a MILITARIZZARE in statuto esclusivo una porzione di frequenze assegnata in tutto il mondo al servizio di radioamatore.
Ciò non è più ammissibile, nel 2018.
Distinti saluti.


Ho riportato statuto esclusivo in quanto per riuscire a raggiungere un risultato è necessario chiedere il massimo. Ovvio che uno statuto esclusivo a noi porterebbe all'esigenza di spegnere immediatamente tutti i vari trasponder di polizia e vigili del fuoco, reali utilizzatori della gamma in oggetto. Oggettivamente difficile in termini operativi. Ma se non si inizia a puntare i piedi, mai si raggiunge un risultato. Se inizieranno a giungere centinaia di lettere del genere probabilmente al MiSE si inizieranno a porre il problema…

Grazie per la vostra attenzione.
Immagine I radioamatori italiani sono limitati all'uso delle gamme di frequenze assegnate dalla ITU nella regione 1 !
Avatar utente
IN3EQA
Operatore Medio Modulatore
 
Messaggi: 397
Iscritto il: 21/12/2010, 19:58
Località: Welschtirol-Trentino

Re: Consultazione pubblica per il nuovo PNRF

Messaggiodi Claudio IZ1LAT » 02/07/2018, 8:19

per quanto valga il mio pensiero...
una consultazione ha veramente un valore misero. I risultati non sono pubblici e non è neppure detto che vengano presi in considerazione. Mi sembra un pò come se:"Diteci cosa ne pensate, ma tanto decidiamo noi..."
Sarebbe stupendo avere i 70cm senza buchi, ma purtroppo di mezzo c'è il ministero della difesa, che se non molla l'osso, ci si attacca al tram. COsì come la porzione 146-148Mhz, sarebbe interessante avere altri 2Mhz anche solo in secondario.
Troverei però molto più utile, che il MiSE regolamentasse meglio le bande già a nostra dispozione facendo un pò di ordine. Personalmente preferireri fosse più ordinato quello che abbiamo, piuttosto che ampliare il caos attuale ad altre frequenze.
Poi certo, uniformarci al resto della UE non sarebbe male.
Frasi cult
Capitan Ventosa e soci, con l'avvallo della loro redazione, hanno la presunzione di potersi sostituire al Ministero dello Sviluppo Economico.
"...oggi c'era il vento che spostava le onde radio, ecco perchè c'era poca propagazione"
"...arrivi 9-10, 9-11" - "stò aprendo un sito, cosi ci metto le radio, presto sarà on air"
IZ1LAT
Visita il mio sito web!
Avatar utente
Claudio IZ1LAT
Fondatore della ruota
 
Messaggi: 4157
Iscritto il: 20/10/2008, 13:28
Località: Bagnolo P.te (CN)

Re: Consultazione pubblica per il nuovo PNRF

Messaggiodi IN3EQA » 02/07/2018, 21:12

purtroppo di mezzo c'è il ministero della difesa, che se non molla l'osso, ci si attacca al tram.


Ti assicuro che se il dipartimento/direzione generale ricevesse migliaia di mail con il testo che ho riportato (in cui si evince che la pazienza è finita) la possibilità di tornare a trasmettere a 434 MHz si farebbe concreta. Ma sono necessarie decine di migliaia di email. Tu cosa fai ? Sono sufficienti 60 secondi per fare copia/incolla, inserire il proprio nominativo di stazione e inviare il messaggio.
Immagine I radioamatori italiani sono limitati all'uso delle gamme di frequenze assegnate dalla ITU nella regione 1 !
Avatar utente
IN3EQA
Operatore Medio Modulatore
 
Messaggi: 397
Iscritto il: 21/12/2010, 19:58
Località: Welschtirol-Trentino

Re: Consultazione pubblica per il nuovo PNRF

Messaggiodi Claudio IZ1LAT » 03/07/2018, 7:09

IN3EQA ha scritto: Tu cosa fai ?


io l'ho inviata, anche perchè non costa nulla e non impegna, ma continuo a nutrire dubbi sull'efficacia.
Spero di essere smentito.
Frasi cult
Capitan Ventosa e soci, con l'avvallo della loro redazione, hanno la presunzione di potersi sostituire al Ministero dello Sviluppo Economico.
"...oggi c'era il vento che spostava le onde radio, ecco perchè c'era poca propagazione"
"...arrivi 9-10, 9-11" - "stò aprendo un sito, cosi ci metto le radio, presto sarà on air"
IZ1LAT
Visita il mio sito web!
Avatar utente
Claudio IZ1LAT
Fondatore della ruota
 
Messaggi: 4157
Iscritto il: 20/10/2008, 13:28
Località: Bagnolo P.te (CN)

Re: Consultazione pubblica per il nuovo PNRF

Messaggiodi IN3EQA » 03/07/2018, 18:23

Affinché ci sia un risultato, come ho scritto, è necessario essere in migliaia. Condividere questa iniziativa può contribuire. Vi è ancora tempo per diffondere questa comunicazione il più possibile. Non escludo che realizzerò anche un video anche per illustrare ai "non addetti ai lavori" il caos che ha portato la militarizzazione della gamma 434-435 MHz nel corso degli anni.
Immagine I radioamatori italiani sono limitati all'uso delle gamme di frequenze assegnate dalla ITU nella regione 1 !
Avatar utente
IN3EQA
Operatore Medio Modulatore
 
Messaggi: 397
Iscritto il: 21/12/2010, 19:58
Località: Welschtirol-Trentino

Re: Consultazione pubblica per il nuovo PNRF

Messaggiodi Mr.Alex » 10/09/2018, 13:04

Ciao EQA,
complimenti per l'iniziativa, o t t i m o!
73 a tutti
Mr.Alex
Nuovo operatore
 
Messaggi: 2
Iscritto il: 06/08/2018, 18:50


Torna a General Ham

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite