Antenna loop terminata in carico fittizio

L' istallazione, la modifica, l' autocostruzione e la trasformazione di antenne e degli accessori (bal-un, e un-un) sono forse la parte più affascinante e semplice....

Moderatori: Giovanni IZ5RMW - SK, 1PNP548

Antenna loop terminata in carico fittizio

Messaggiodi Filippo IZ5MJQ » 30/12/2014, 21:45

Questa ancora la dovevo vedere....oggi sono stato da un collega "alternativo" che mi ha fatto vedere una realizzazione alquanto interessante....
In pratica si tratta di un normale dipolo per i 40 metri...ai capi dei terminali, dove ci sono gli isolatori (quelli belli ceramici grossi), il filo ci gira intorno e torna verso il vertice....ci sono delle sbarrette distanziatrici che tengono i fili a circa 30 centimetri di distanza....quindi questa specie di dipolo ripiegato finisce circa a 30 cm sotto al centrale dal quale era partito con un carico fittizio....si, avete letto bene!
Un carico fittizio auto costruito con tanto di alette di dissipazione....
Mah....ho subito fatto presente il mio scetticismo... ma il "padrone del vapore" non ha fatto altro che invitarmi alla stazione per una prova.
beh....quell' affare riceve....con silenzio....escono i segnali!
In TX dai 40 mt in su (più in basso non ho provato)....ragazzi, ti sentono....io non so come fa ma ti sentono....e bene (come con un dipolo)....il ROS semplicemente e' un ricordo....non c'e più....e l'antenna funziona.
Ora qualcuno più intelligente di me può' spiegarmi come fa ad andare st' affare...la mia logica e le mie conoscenze mi dicono che....mah....mi avranno preso in giro....ma se st' affare va....signori miei e' la più grande invenzione del millennio....
... 73 ...
Libero pensatore (e fors' anche radioamatore).
https://www.youtube.com/watch?v=F-8RItOZE30
Avatar utente
Filippo IZ5MJQ
Fondatore della ruota
 
Messaggi: 7138
Iscritto il: 22/10/2008, 14:04
Località: Lucca, JN53fu

Re: Antenna loop terminata in carico fittizio

Messaggiodi Scarabottolo » 30/12/2014, 22:03

Ciao. Non ho capito bene cosa significano le parole " dal quale era partito con un carico fittizio". Forse è così ? Cioè: conduttore centrale del cavo coassiale di alimentazione connesso ad un carico fittizio da 52 ohm e l'uscita del carico fittizio al dipolo? Se è così, si potrebbe sostituire (e secondo me ottenere migliori risultati) installando al posto del carico fittizio (presumibilmente resistivo) una induttanza calcolata composta da 3 o 4 spire di rg 8. Invece il dipolo ripiegato a U serve, per quanto ne so, soprattutto per avere una migliore ricezione con minore qrm. Saluti da Claudio IK3XKQ
Avatar utente
Scarabottolo
Operatore in crescita
 
Messaggi: 109
Iscritto il: 05/02/2014, 19:15

Re: Antenna loop terminata in carico fittizio

Messaggiodi Filippo IZ5MJQ » 30/12/2014, 22:08

non mi sono spiegato....il tutto e' partito come un dipolo....avanti 10 metri....ritorna indietro....e il tutto termina SOTTO a dove era partito entro il carico....OK??
... 73 ...
Libero pensatore (e fors' anche radioamatore).
https://www.youtube.com/watch?v=F-8RItOZE30
Avatar utente
Filippo IZ5MJQ
Fondatore della ruota
 
Messaggi: 7138
Iscritto il: 22/10/2008, 14:04
Località: Lucca, JN53fu

Re: Antenna loop terminata in carico fittizio

Messaggiodi IZ5dkm » 30/12/2014, 22:25

Salve, prova a cercare antenna a onda progressiva , certo che un dipolo ripiegato terminato è inconsueto ma non più di tante stravaganti configurazioni.
(73)
Chi tace non acconsente .....chi tace sta semplicemente considerando cosa e come rispondere !
IZ5dkm
Operatore in crescita
 
Messaggi: 143
Iscritto il: 16/09/2011, 21:25
Località: Pisa , jn53ir

Re: Antenna loop terminata in carico fittizio

Messaggiodi I Cinque Sensi » 30/12/2014, 22:40

Sembrerebbe una versione della T2FD, la Diamond ce l'ha in catalogo come WD330S, però lì il carico fittizio è nelka parte superiore del dipolo, non inferiore dalla parte del coassiale. La spaziatura per una TF2D di 10 metri è appunto 30 cm, ros minimo da 7 a 30 e molto silenziosa. Ripeto, non so se stiamo parlando della stessa cosa.
Claudio
Avatar utente
I Cinque Sensi
Operatore Titolare
 
Messaggi: 246
Iscritto il: 01/01/2014, 21:06
Località: Castelnuovo di Porto

Re: Antenna loop terminata in carico fittizio

Messaggiodi I Cinque Sensi » 30/12/2014, 22:43

Una roba del genere?

http://i3.fmix.pl/fmi24/023e3a680028ecab4c05765b

La TF2D è un'antenna inventata dalla marina americana
Avatar utente
I Cinque Sensi
Operatore Titolare
 
Messaggi: 246
Iscritto il: 01/01/2014, 21:06
Località: Castelnuovo di Porto

Re: Antenna loop terminata in carico fittizio

Messaggiodi Filippo IZ5MJQ » 30/12/2014, 22:43

Le antenne ad onda progressiva io ero rimasto fossero quelle delle navi....diciamo che questa ne e' un' evoluzione molto interessante...non pensavo poi andasse cosi bene....io sapevo che le antenne delle navi hanno un efficienza molto bassa....ma io con questa non ho visto significative differenze rispetto al dipolo almeno in 40 mt....boh...
... 73 ...
Libero pensatore (e fors' anche radioamatore).
https://www.youtube.com/watch?v=F-8RItOZE30
Avatar utente
Filippo IZ5MJQ
Fondatore della ruota
 
Messaggi: 7138
Iscritto il: 22/10/2008, 14:04
Località: Lucca, JN53fu

Re: Antenna loop terminata in carico fittizio

Messaggiodi Filippo IZ5MJQ » 30/12/2014, 22:48

I Cinque Sensi ha scritto:Una roba del genere?

http://i3.fmix.pl/fmi24/023e3a680028ecab4c05765b

La TF2D è un'antenna inventata dalla marina americana

...esatto....ma guarda, sara' anche l' uovo di colombo ma funziona....10 mt a braccio... centrale....avanti, indietro...e nel carico....grande idea, il ROS non esiste più....e funziona!
... 73 ...
Libero pensatore (e fors' anche radioamatore).
https://www.youtube.com/watch?v=F-8RItOZE30
Avatar utente
Filippo IZ5MJQ
Fondatore della ruota
 
Messaggi: 7138
Iscritto il: 22/10/2008, 14:04
Località: Lucca, JN53fu

Re: Antenna loop terminata in carico fittizio

Messaggiodi Filippo IZ5MJQ » 30/12/2014, 22:53

quando ho tempo me la faccio!!!!!
... 73 ...
Libero pensatore (e fors' anche radioamatore).
https://www.youtube.com/watch?v=F-8RItOZE30
Avatar utente
Filippo IZ5MJQ
Fondatore della ruota
 
Messaggi: 7138
Iscritto il: 22/10/2008, 14:04
Località: Lucca, JN53fu

Re: Antenna loop terminata in carico fittizio

Messaggiodi I Cinque Sensi » 30/12/2014, 23:08

In rete è pieno di inormazioni sulla TF2D, anche su wikipedia. In pratica è una linea di trasmissione, coassiale o scaletta a 450 ohm che termina su una resistenza non induttiva, un carico fittizzio appunto. Immagina di alargare la parte terminale della linea da uno due centimetri a 10 o 20 metri: avrai come "effetto collaterale" che prima di finire sul carico fittizio la linea irradierà un bel po' di pitenza. In genere di 100 watt 70 vengono irradiati e 30 finisono sulla resistenza. Infatti basta una resistenza da 30 - 40 watt per unrtx da 100 watt. Una verione classica è quella con resistenza da 390 ohm che presenta un 'impedenza da 300 e che si utilizza on balun 6:1. Oppure resistenza da 600 ohm e linea bifilare a 450. Comunque in rete trovi informazioni più vaste e più precise. Oppure la WD330 della Diamond che su un mercatino in rete di cui non faccio il nome un collega sta vendendo a 125 euro mai usata, così dice, oppure la WD330S che costa sui 200 euro, ed è più cara (non so perchè) e piu corta, 10 metri invece di 25, della WD330.
Claudio
Avatar utente
I Cinque Sensi
Operatore Titolare
 
Messaggi: 246
Iscritto il: 01/01/2014, 21:06
Località: Castelnuovo di Porto

Re: Antenna loop terminata in carico fittizio

Messaggiodi Filippo IZ5MJQ » 31/12/2014, 14:48

Si, ma la faccio!
Almeno una volta per tutte non devo ricomprare l' accordatore per andare "a giro quà e là" come generalmente faccio....
Mi stavo chiedendo.....ma se la faccio come quel collega, ovvero 20 metri (10 anda e 10 ri-anda)....e ci metto in fondo il "carico"....in 80mt (dove sarebbe il dipolo "naturale") non dovrei aver perdite....o meglio nella resistenza non ci dovrebbe finire nulla.....o comunque la perdita l' avrò sempre?
Io non ho esperienze con questo tipo di antenne e non capisco bene come funzionino.....o meglio, teoricamente ne capisco il funzionamento....ma se io per esempio facessi un loop di 40mt (come in questo caso) e lo alimentassi con il classico spezzone da 1/4 a 75 ohm non avrei ros.....ugualmente....sui 40mt....quindi che vuoi mai che ci vada a finire in quella resistenza su questa banda.....sulle altre si, certamente!
Insomma, chi ne sà più di me di questa roba mi faccia capire....in definitiva vorrei sapere con questi 20mt a braccio distanziati di 30cm....quanto mi "mangia" quella resistenza sui 40mt?
Esistono delle formule per calcolarlo anche sulle altre bande? (73)
... 73 ...
Libero pensatore (e fors' anche radioamatore).
https://www.youtube.com/watch?v=F-8RItOZE30
Avatar utente
Filippo IZ5MJQ
Fondatore della ruota
 
Messaggi: 7138
Iscritto il: 22/10/2008, 14:04
Località: Lucca, JN53fu

Re: Antenna loop terminata in carico fittizio

Messaggiodi I Cinque Sensi » 31/12/2014, 15:10

Ciao Filippo, ti passo qualche link. Comunque la spazoatura in genere è in proporzione con la lunghezza, pur se con ampio margine di variazione. Dai un'occhiata a questi due siti

http://nuke.ik0ixi.it/Antenne/T2FD/tabi ... fault.aspx

http://www.hard-core-dx.com/nordicdx/an ... /t2fd.html
Avatar utente
I Cinque Sensi
Operatore Titolare
 
Messaggi: 246
Iscritto il: 01/01/2014, 21:06
Località: Castelnuovo di Porto

Re: Antenna loop terminata in carico fittizio

Messaggiodi Filippo IZ5MJQ » 31/12/2014, 17:53

Ho letto tutto con interesse....
Allora, l' antenna che ho visto io NON è quella di cui siamo finiti a parlare....
E qui vi spiego le differenze....
Non c'è alcun balun 6:1
Non c'è alcuna resistenza da 390 ohm
L' antenna si presenta come un dipolo di 10mt a braccio ripiegato, cioè 10mt avanti, isolatore, 10mt indietro (distanza dei fili circa 30cm)
Dove i fili di ritorno andrebbero a toccarsi, quindi 30 cm SOTTO al centrale dove tutto ha avuto inizio, c'è un carico fittizio da 50 ohm.
Quindi l' antenna in oggetto NON E' questa TF2D.
Diciamo che ci assomiglia, però....
Non è in alcun modo "limitata" dalla presenza di questo balun.....risuona dappertutto.....chi l' ha fatta mi ha detto che se vuole farla andare anche in vhf non ci sono problemi.....ci attacca l' apparecchio e và.
Adesso chi ha piu' testa di me ne tragga le considerazioni....
Ho un carico surplus della Ericcson 50 Ohm 50W col dissipatore e 4 fori, piccoletto e facile da montare anche in esterno...chissà se potrei anche adoperare quello.... (73)
... 73 ...
Libero pensatore (e fors' anche radioamatore).
https://www.youtube.com/watch?v=F-8RItOZE30
Avatar utente
Filippo IZ5MJQ
Fondatore della ruota
 
Messaggi: 7138
Iscritto il: 22/10/2008, 14:04
Località: Lucca, JN53fu

Re: Antenna loop terminata in carico fittizio

Messaggiodi I Cinque Sensi » 01/01/2015, 16:21

Tutto molto chiaro Filippo.
Non so se ricordi il threat "Antenna verticale, ma anche no" di qualche mese fa. Davide UUF parlò di un esperimento collegando alla fine di un coassiale un carici fittizio ed alla fine di questo uscivano due fili. Con 5 watt riuscì a fare qualche qso. L'antenna di cui parli mi da l'idea di qualcosa del genere, il carico fittizio fa da attenuatore e soprattutto tiene il ros unitario. Ma assorbirà una grossa percentuale di potenza. Se anche ai due bracci del dipolo arrivassero, dico un numero tanto per dire, dieci watt su cento, se quell'antenna fosse piazzata bella alta e libera da ostacoli credo permetterebbe comunque una discreta attività, multibanda e a ros unitario. Secondo si conferma quello che diceva Davide, larga banda = bassa efficienza.
Io Filippo ho seguito il tuo consiglio, la settimana prossima mi arriva l'accordatore remoto. E ho scelto l'SGC, come vedi ho seguito alla lettera i tuoi consigli, metto 15 - 20 metri di filo ignorante ed un bel collegamento di massa ai tondini del cmento armato.
Poi vi farò sapere.

Essendomi patentato l'anno scorso sia ben chiaro che non voglio insegnare nulla a nessuno, soprattutto da colleghi che hanno decenni di esperienza alle spalle. Le mie considerazioni sono solo in base a ciò he leggo. Quindi oltre all'augurio per un ottimo 2015 vorrei ringraziare tutti i colleghi, in particolar modo Filippo, Claudio e Davide che con le loro risposte sul forum, non solo alle me domande, mi hanno fatto crescere come radioamatore nel 2014. Mi sento come un nano sulle spalle dei giganti. Un grazie particolare quindi ai giganti.
Claudio
Avatar utente
I Cinque Sensi
Operatore Titolare
 
Messaggi: 246
Iscritto il: 01/01/2014, 21:06
Località: Castelnuovo di Porto

Re: Antenna loop terminata in carico fittizio

Messaggiodi Filippo IZ5MJQ » 01/01/2015, 18:58

Grazie per le osservazioni.
Per come la penso io qui non ci sono ne nani ne giganti....c'è solo chi ha fatto qualche passo in più che può eventualmente far capire dove mettere il piede a chi deve percorrere ancora la strada.
A logica anch' io pensavo a sta cosa, chiaramente quel cavolo di resistenza serve a "pareggiare" l' antenna e di conseguenza si mangia parte del trasmesso....ci mancherebbe.
Deve servire a questo!
Le mie domande erano...ma se è un dipolo (si ripiegato, e siamo daccordo) "naturale" per gli 80 mt, quanto mi "mangerà" la resistenza realmente?
Se io non la montassi, per esempio, su una fetta degli 80 il ros sarebbe comunque 1:1....e sul resto della banda?
E sulle altre bande?
Progressivamente si mangerà qualcosa.....ma quanto?
Esiste una regola, una formula....un qualcosa che lo quantifichi???
... 73 ...
Libero pensatore (e fors' anche radioamatore).
https://www.youtube.com/watch?v=F-8RItOZE30
Avatar utente
Filippo IZ5MJQ
Fondatore della ruota
 
Messaggi: 7138
Iscritto il: 22/10/2008, 14:04
Località: Lucca, JN53fu

Prossimo

Torna a ANTENNE OM: acquisto, modifica e autocostruzione

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron