Antenna loop terminata in carico fittizio

L' istallazione, la modifica, l' autocostruzione e la trasformazione di antenne e degli accessori (bal-un, e un-un) sono forse la parte più affascinante e semplice....

Moderatori: Giovanni IZ5RMW - SK, 1PNP548

Re: Antenna loop terminata in carico fittizio

Messaggiodi I Cinque Sensi » 01/01/2015, 21:41

Forse Davide IZ2UUF che ha molta pratica con i software di simulazione potrebbe darci le risposte...
Avatar utente
I Cinque Sensi
Operatore Titolare
 
Messaggi: 246
Iscritto il: 01/01/2014, 21:06
Località: Castelnuovo di Porto

Re: Antenna loop terminata in carico fittizio

Messaggiodi I Cinque Sensi » 01/01/2015, 23:24

Forse dirò un'assurdità, ma mettere un wattmetro prima del carico fittizio ed un altro subito all'uscita del carico, all'inizio dei due bracci, sarebbe possibile? Confrontando i valori si dovrebbe avere un'idea sull'efficienza dell'antenna...
Avatar utente
I Cinque Sensi
Operatore Titolare
 
Messaggi: 246
Iscritto il: 01/01/2014, 21:06
Località: Castelnuovo di Porto

Re: Antenna loop terminata in carico fittizio

Messaggiodi Filippo IZ5MJQ » 02/01/2015, 20:21

Sembra che nessuno abbia un reale interesse a questo progetto....peccato (73)
... 73 ...
Libero pensatore (e fors' anche radioamatore).
https://www.youtube.com/watch?v=F-8RItOZE30
Avatar utente
Filippo IZ5MJQ
Fondatore della ruota
 
Messaggi: 7138
Iscritto il: 22/10/2008, 14:04
Località: Lucca, JN53fu

Re: Antenna loop terminata in carico fittizio

Messaggiodi Murdoc » 03/01/2015, 12:20

Filippo IZ5MJQ ha scritto:Sembra che nessuno abbia un reale interesse a questo progetto....peccato (73)


No io seguo la discussione, non sono intervenuto in quanto non ho trovato nulla di intelligente, almeno in apparenza, da aggiungere quindi ho preferito fare orecchia pelosa HI.

A presto!
Si vis pacem, para bellum
Pe Zena e pe San Zorzo
Avatar utente
Murdoc
Operatore Anziano
 
Messaggi: 1248
Iscritto il: 23/10/2008, 19:12
Località: Genova - Zena - "La superba" - JN44LM

Re: Antenna loop terminata in carico fittizio

Messaggiodi nolby » 03/01/2015, 12:36

Anche io vi seguo.... ed ho già trovato il sito che vende resistenze corazzate da 50W :D
Call: IZ2YWI
Avatar utente
nolby
Operatore Senior
 
Messaggi: 852
Iscritto il: 10/09/2012, 16:51

Re: Antenna loop terminata in carico fittizio

Messaggiodi Murdoc » 03/01/2015, 13:14

antinduttive Nolby?
Io avevo preso delle antinduttive in case TO220 per fare un carico a 50Ohm.
Si ma che valore ci va qui per chiudere la linea?
Si vis pacem, para bellum
Pe Zena e pe San Zorzo
Avatar utente
Murdoc
Operatore Anziano
 
Messaggi: 1248
Iscritto il: 23/10/2008, 19:12
Località: Genova - Zena - "La superba" - JN44LM

Re: Antenna loop terminata in carico fittizio

Messaggiodi nolby » 03/01/2015, 14:18

no, è proprio necessario?

Resistenze non induttive ne ho viste max da 1W.

Ho visto questo progetto...molto "ignorante" di I4SEH, se vogliamo un'estremizzazione per renderla realizzabile col solito coax a 50ohm:
30 mt di rg 58 alimentato al contrario chiuso alla fine da una resistenza da 50 ohm.

Facile ed economico...tanto per provare qualche pasticcio...anche se così, a naso direi che verrà fuori una specie di lunghissimo carico fittizio.

ps: non capisco la logica di funzionamento di queste antenne ad onda progressiva...come non capisco come due fili ed un carico resistito possano irradiare.
Call: IZ2YWI
Avatar utente
nolby
Operatore Senior
 
Messaggi: 852
Iscritto il: 10/09/2012, 16:51

Re: Antenna loop terminata in carico fittizio

Messaggiodi in3elx » 19/01/2015, 20:38

Buonasera.
Con le mie affermazioni spero di non offendere nessuno, ma se ho ben capito di che si tratta mi sembra la peggior antenna mai ideata, impossibile da paragonare con altre antenne, ma certamente peggiore della Rybakov e della T2FD. Forse l'unica antenna che si avvicina a ciò che descrivi è la BB6 della Diamond, essa infatti ha delle resistenze ceramiche alla base proprio come questa, ma lasciamo stare...
Io francamente, anche se avessi già tutto il necessario, non spenderei neanche un minuto per realizzare quello che hai visto.
Se hai voglia di costruire qualcosa, piuttosto fai un dipolo con trappole in coassiale oppure a ventaglio, o al limite anche una End Fed 5 bande su progetto dei Papa Alpha (o una 4 bande con un semplice filo da 20m).

73 e buone prove,
qualsiasi cosa tu decida di fare

:sorry:
in3elx
Nuovo operatore
 
Messaggi: 5
Iscritto il: 16/01/2015, 17:36
Località: Trento

Re: Antenna loop terminata in carico fittizio

Messaggiodi Filippo IZ5MJQ » 20/01/2015, 9:14

Beh, credo che qui nessuno sia fesso.
Qui non parliamo di 30mt di rg58 alimentati al contrario terminati in un carico fittizio.....questa non è un' antenna!
Questa discussione parte dal fatto che stiamo cercando un sistema che permetta di coprire largabanda tutto lo spettro HF; l' efficienza sarà relativa, anche questo lo sappiamo bene tutti, ma in nessun caso potrebbe essere diverso.
Però partiamo con l' antenna che funziona già bene sulla banda più bassa di nostro interesse.
Non stiamo cercando la solita fetenzia col toroide e l' un-un 9:1; di questa roba è pieno il mondo e sappiamo come (NON) và.
Io avevo fatto un semplice esempio, partendo da un qualcosa che funziona in partenza:
dipolo ripiegato per gli 80mt, quindi 10mt a braccio....si parte dal centrale o balun, 10 mt da una parte o dall' altra, isolatore, si torna indietro di nuovo distanziando la linea di 30cm....sotto al balun, dove i fili del dipolo terminano, invece di lasciarli aperti ci si mette un carico a 50ohm....semplicissimo.
Ma poi...cosa succede veramente?
Qual' è l' efficienza (o a quanto si limita la perdita) sulle varie bande 80mt a salire?
In 80mt (dove teoricamente il dipolo dà 1:1 su una specifica frequenza) quanta potenza si mangia realmente la resistenza sui canonici 100W?
0, 10, boh?
E altrove come si comporta?
Quando si và in 40 o in 20, 15, 10.....cosa succede a questo sistema; quanti W vanno a finire nella resistenza sulle diverse frequenze?
Ad oggi, o per disinteresse o per mancata competenza, nessuno è riuscito a rispondermi.
Nessuno è riuscito a fare un ragionamento fondato su qualcosa, un calcolo, una simulazione...
Ripeto che questa NON è una T2FD, che ha un balun 1:6 e una resistenza da 390ohm.... questo è un dipolo ripiegato FUNZIONANTE per gli 80... con una resistenza da 50 ohm in fondo a chiudere tutto per poter eventualmente spaziare, se funziona.... (73)
... 73 ...
Libero pensatore (e fors' anche radioamatore).
https://www.youtube.com/watch?v=F-8RItOZE30
Avatar utente
Filippo IZ5MJQ
Fondatore della ruota
 
Messaggi: 7138
Iscritto il: 22/10/2008, 14:04
Località: Lucca, JN53fu

Re: Antenna loop terminata in carico fittizio

Messaggiodi IZ7QPS » 20/01/2015, 19:21

Filippo IZ5MJQ ha scritto:Ho letto tutto con interesse....
Allora, l' antenna che ho visto io NON è quella di cui siamo finiti a parlare....
E qui vi spiego le differenze....
Non c'è alcun balun 6:1
Non c'è alcuna resistenza da 390 ohm
L' antenna si presenta come un dipolo di 10mt a braccio ripiegato, cioè 10mt avanti, isolatore, 10mt indietro (distanza dei fili circa 30cm)
Dove i fili di ritorno andrebbero a toccarsi, quindi 30 cm SOTTO al centrale dove tutto ha avuto inizio, c'è un carico fittizio da 50 ohm.
Quindi l' antenna in oggetto NON E' questa TF2D.
Diciamo che ci assomiglia, però....
Non è in alcun modo "limitata" dalla presenza di questo balun.....risuona dappertutto.....chi l' ha fatta mi ha detto che se vuole farla andare anche in vhf non ci sono problemi.....ci attacca l' apparecchio e và.
Adesso chi ha piu' testa di me ne tragga le considerazioni....
Ho un carico surplus della Ericcson 50 Ohm 50W col dissipatore e 4 fori, piccoletto e facile da montare anche in esterno...chissà se potrei anche adoperare quello.... (73)



73,
azz Fil na foto la potevi fare.... mo ci fai impazzire x capire coa è. :D
Immagine
http://iz7qps.jimdo.com/
IZ7QPS -- il passeggero
op. Franco
1RA033
SWL I7-4101-BA

Long : 15.90641 E (15° 54' 23'' E)
Lat : 41.2659 N (41° 15' 57'' N)
QTH locator : JN71WG
Avatar utente
IZ7QPS
Operatore Anziano
 
Messaggi: 1123
Iscritto il: 16/03/2009, 18:33
Località: Cerignola

Re: Antenna loop terminata in carico fittizio

Messaggiodi Filippo IZ5MJQ » 20/01/2015, 22:19

Dai Franco, fai il bravo....questo è un appunto dell' antenna, dove sta scritto carico fittizio, intendo proprio un carico da 50ohm...questo per fare chiarezza.



Immagine
(73)
... 73 ...
Libero pensatore (e fors' anche radioamatore).
https://www.youtube.com/watch?v=F-8RItOZE30
Avatar utente
Filippo IZ5MJQ
Fondatore della ruota
 
Messaggi: 7138
Iscritto il: 22/10/2008, 14:04
Località: Lucca, JN53fu

Re: Antenna loop terminata in carico fittizio

Messaggiodi nolby » 21/01/2015, 0:46

L'avevo capita al contrario...con il carico dal lato dell'alimentazione a "chiudere" il circuito tra centrale e calza.
In quel caso mi chiedevo proprio come potesse irradiare qualcosa...

Così non so... hai un'idea di quando sia realmente piatta la curva di risonanza di questa antenna?

Se non sbaglio qualcuno sul forum aveva fatto delle prove con una telecamera che rilevava il calore per vedere quanta energia (termica) dissipavano i bal-un delle verticali larga banda.
Sarebbe curioso farlo su quest'antenna e confrontare quanto dissipa nelle varie bande.

Voi ricordate che tempo fa alle fiere e su ebay vendevano a pochi euri quelle resistenze di potenza a 50ohm che erano dei quadratini di circa 3-4 cm per lato?
Call: IZ2YWI
Avatar utente
nolby
Operatore Senior
 
Messaggi: 852
Iscritto il: 10/09/2012, 16:51

Re: Antenna loop terminata in carico fittizio

Messaggiodi Filippo IZ5MJQ » 21/01/2015, 7:41

E se il carico lo metti subito, l' antenna dietro poi non serve proprio a niente!
Cosi invece tutto il sistema irradia per poi andare a terminare nel carico.....o meglio nel carico ci dovrebbe andare a finire una frazione di potenza, chiaramente a seconda della banda in uso....il rtx vede sempre i 50ohm (che poi è quello che interessa a noi) anche se poi lassù le cose cambiano....
Era proprio questa una delle cose che mi piaceva capire....cosa succede e quanta potenza viene mangiata dal carico...in relazione alla banda in uso, considerando la costante dei 20mt a braccio (anche se ripiegati)....e del carico a 50ohm in fondo.

Le resistenze di potenza che si trovavano alle fiere.....e come no, erano da montare su dissipatore.
A Gonzaga 2007 mi presi due carichi della Ericsson 50hom 50W su dissipatore....5 euro cadauno....uno mi piacerebbe adoperarlo per questo progetto d' antenna..... (73)
... 73 ...
Libero pensatore (e fors' anche radioamatore).
https://www.youtube.com/watch?v=F-8RItOZE30
Avatar utente
Filippo IZ5MJQ
Fondatore della ruota
 
Messaggi: 7138
Iscritto il: 22/10/2008, 14:04
Località: Lucca, JN53fu

Re: Antenna loop terminata in carico fittizio

Messaggiodi gilian61 » 21/01/2015, 9:09

Buon giorno a tutti.
E' un po che seguo questa discussione e ho cercato di capire meglio.
Da quel poco che sono però riuscito a capire e dall'ultimo posto di Filippo, vedo che in definitiva, da quello che posso capire io, si sta parlando di una "folded dipole" (dipolo ripiegato) e anche se sembra non essere una T2FD, in realtà sembra proprio lei con una qualche "variazione"
Le misure (dei dipoli e dei distanziatori sembrano identiche) ma la discussione verte (poi al limite correggetemi) sul fattore della resistenza che va applicata alle estremità del dipolo ripiegato.
Su tutti i "sacri testi" si parla di una resistenza che può variare dai 450 ai 300/310 ohm e relativo bal-un che può essere o un 9:1 o un 6:1, ma qui sembra che in realtà non ci sia e quindi venga messa in definitiva una resistenza "diretta" a 50 Ohm.
Dal documento che, se posso, allego, sembra però che non sia fattibile una configurazione come dice di aver visto Filippo.
Quindi non resta che provare.
In realtà a me è balenato il fatto che essendo un bal-un 9:1 inserito in un contesto di una resistenza da 450 ohm (450/9=50) o (300/6=50) qualche cosa possa essere, così per dire, correlata, ma alcuni miei amici, molto più introdotti di me) mi hanno assicurato che non è così in quanto entrano in gioco altri fattori (se in configurazione dritta o inverted, altezza dal suolo, inclinazione ecc.).
Quindi non rimane (almeno per me) un "test" sul campo, nel senso che proverò di costruirne una (questa estate tempo permettendo) con i canoni descritti da Filippo e vedere cosa salta fuori.
Vediamo in futuro quali saranno i risultati.
Saluti.
Giuliano

Il doc lo trovate qui: http://www.iz4wnp.it/T2FD_calculator.xls
IZ4WNP
http://www.IZ4WNP.it
http://www.qrz.com/db/IZ4WNP
Avatar utente
gilian61
Operatore Titolare
 
Messaggi: 167
Iscritto il: 06/11/2011, 9:04
Località: JN54RK - Ozzano Emilia (BO)

Re: Antenna loop terminata in carico fittizio

Messaggiodi nolby » 21/01/2015, 13:03

Filippo IZ5MJQ ha scritto:E se il carico lo metti subito, l' antenna dietro poi non serve proprio a niente!

Appunto...era quello che non capivo
Call: IZ2YWI
Avatar utente
nolby
Operatore Senior
 
Messaggi: 852
Iscritto il: 10/09/2012, 16:51

PrecedenteProssimo

Torna a ANTENNE OM: acquisto, modifica e autocostruzione

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite