La radio ai tempi del COVID-19

Gli argomenti trattati possono spaziare anche al di fuori della Radio, ma devono pur sempre avere un minimo di nesso...

Moderatori: Giovanni IZ5RMW - SK, 1PNP548

La radio ai tempi del COVID-19

Messaggiodi Filippo IZ5MJQ » 08/03/2020, 8:58

E' un discorso che poco c' entra con la radio, il nostro non è un forum medico ma.....la radio c' entra eccome!
Stiamo vivendo periodi difficili, a tratti anche drammatici ed è appena iniziata....la diffusione di questo virus, che in primis ha dilagato in alcune provincie cinesi e in un secondo tempo, attraverso la Germania, ha contagiato il nostro paese in maniera fino ad oggi molto importante, stà giocoforza facendo cambiare le nostre abitudini e stili di vita.
Questo virus non ha "precedenti", ovvero nessuno è immunizzato e ad oggi NON ESISTE UN VACCINO.
Ha un effetto che sembra diverso da persona a persona, alcuni non se ne accorgono neppure, altri purtroppo muoiono....
Si presenta nella maggior parte dei casi come una SUPER-INFLUENZA, i sintomi iniziali spesso sono molto simili....ma il tutto poi degenera in alcuni casi in una polmonite interstiziale che se non adeguatamente supportata (e in alcuni casi con patologie regresse non basta neppure...) porta dei dei problemi...anche a dei problemi letali.
Da qui...blocchi, quarantene, zone rosse....scuole chiuse per adesso un mese, lombardia e parte di provincie del nord, delle marche e dell' Emilia Romagna "sigillate" e da cui non è possibile entrare ne uscire se non in casi eccezionali.
Per adesso il contagio sembra inarrestabile, anche il resto del mondo non è messo bene e si sta parlando a livello OMS apertamente di PANDEMIA....
Sembriamo veramente essere sul ciglio di un baratro, manca solo che il presidente del consiglio ci dica "si salvi chi può"....perchè tutto ha l' idea di essere ormai inarrestabile anche grazie al comportamento di MOLTI che a dirla breve....se ne fottono degli altri adottando comportamenti IRRESPONSABILI!
LA RADIO in questi tempi diventa FONDAMENTALE per non rimanere tagliati fuori, isolati.
Assume un carattere sociale non indifferente....
COSA NE PENSATE?
PARLIAMONE..... (73)
... 73 ...
Libero pensatore (e fors' anche radioamatore).
https://www.youtube.com/watch?v=F-8RItOZE30
Avatar utente
Filippo IZ5MJQ
Fondatore della ruota
 
Messaggi: 7164
Iscritto il: 22/10/2008, 14:04
Località: Lucca, JN53fu

Re: La radio ai tempi del COVID-19

Messaggiodi Claudio IZ1LAT » 09/03/2020, 9:39

Che dire... da parte mia sono seriamente preoccupato, proprio perchè mi rendo conto in questo paese ci sia una valanga di irresponsabili che credono forse di essere immuni al virus.
Qui in provincia di Cuneo siamo arrivati a 5 contagi, tuttavia sono dell'idea che siamo ancora ben distanti dal vedere i contagi diminuire. Credo che l'unico contenimento che possa funzionare sia quello adottato in Cina, e cioè fermare le attività produttive, garantendo i servizi minimi.
Servizi minimi, e cioè il fabbisogno energetico e alimentare, tutto il resto si dovrebbe fermare.
Non credo che arriveremo mai ad uno switch-off delle infrastrutture, quindi energia e telecomunicazioni non avranno grossi problemi di sorta, ma un pensiero ieri in merito l'ho fatto, ed ho riparato il gruppo elettrogeno che da due mesi aspettava di essere ripristinato, in modo da poter eventualmente alimentare i servizi minimi di casa, radio comprese.
Nel frattempo che mi preparo al peggio, continuo a lavorare come tutti i giorni ma con le dovute precauzioni, e cioè rapporti sociali ridotti ai minimi termini, pranzo da casa per evitare di trovarmi in luoghi affollati, gel igienizzante e tanta tanta prudenza.
La diatriba calcio si, calcio no, mi ha fatto divertire non poco, figuriamoci se all'italiano medio oltre che il calcio, gli tolgono anche la Durso e internet...
Vedremo l'evolversi della situazione.
Frasi cult
Capitan Ventosa e soci, con l'avvallo della loro redazione, hanno la presunzione di potersi sostituire al Ministero dello Sviluppo Economico.
"...oggi c'era il vento che spostava le onde radio, ecco perchè c'era poca propagazione"
"...arrivi 9-10, 9-11" - "stò aprendo un sito, cosi ci metto le radio, presto sarà on air"
IZ1LAT
Visita il mio sito web!
Avatar utente
Claudio IZ1LAT
Fondatore della ruota
 
Messaggi: 4146
Iscritto il: 20/10/2008, 13:28
Località: Bagnolo P.te (CN)

Re: La radio ai tempi del COVID-19

Messaggiodi IK0TIX » 09/03/2020, 15:42

Che dirvi, per quanto riguarda gli irresponsabili non sono sorpreso mi vien quasi da dire: avevate dubbi???
Io vivo a Roma da 15 anni ma sono Barese di origine. Ho due genitori anziani per i quali sono molto preoccupato (per non dire terrorizzato) ed una sorella che da sola prova ad accudirli cercando, anche lei, di non essere sempre troppo vicino. I miei sensi di colpa di essermene andato a lavorare fuori oggi si acutizzano più che mai. Ma non ho mai avuto dubbi: i sentimenti sono una cosa il buon senso un'altra così non mi sono mosso contrariamente all'orda che ha preso d'assalto i treni. Penso di essere tra i pochi ad aver fatto correttamente 1+1.
La verità è la più ovvia, non siamo tutti uguali e chissà quante volte noi, che oggi ci comportiamo in modo corretto, abbiamo sbagliato in passato senza rendercene neanche conto. Le istituzioni esistono per questo: definire linee guida comuni a cui la massa, eterogenea e umanamente disordinata (a cui tutti apparteniamo), deve attenersi.
Quindi sono d'accordo con te Claudio. Dovremmo fermarci tutti, ancor più quelle zone in cui il disastro non è ancora compiuto.
Ma non siamo noi singoli a doverlo decidere altrimenti saremmo come quei quattro sciagurati che si sono messi in viaggio pensando di fare la cosa giusta.
Dovrebbero essere le istituzioni a dare le Ordinanze adeguate e tempestive.

La radio? effettivamente, che Iddio la benedica (insieme a Netflix) perché proprio ieri pensavo a questo. Ero recluso in casa da venerdì sera come tanti e se non ci fosse stata lei e il contest ARRL sarei impazzito. Giusto una corsetta vicino casa, giusto per prendere una boccata d'aria (spero solo quella).
Max IK0TIX
Avatar utente
IK0TIX
Operatore Titolare
 
Messaggi: 151
Iscritto il: 15/10/2018, 15:28

Re: La radio ai tempi del COVID-19

Messaggiodi Filippo IZ5MJQ » 10/03/2020, 19:57

Rispetto al primo post dell' 8/3, purtroppo le cose sono cambiate....in peggio!
La "zona rossa" di cui avevo detto (lombardia, alcune città dell' emilia ecc...) è stata estesa a tutta Italia.
O meglio, le direttive per la zona rossa adesso sono direttive nazionali.
Le chiamano disposizioni per l' "Italia protetta".
Per adesso valide fino al 3 Aprile.
Stiamo vivendo un incubo tipo film ma è tutto vero anche se alle volte mi sembra di vivere come se mi dovessi svegliare...
Ci ritroviamo chiusi in casa, possibili spostamenti solo per lavorare, andare al supermercato (una sola persona a famiglia) e per cause inderogabili.
Palestre, piscine, musei...chiusi!
Scuole di ogni ordine e grado chiuse.
Impianti sciistici chusi.
I bar chiudono alle 18 e possono riaprire alle 6 a patto che riescano ad evitare assembramenti....il coronavirus il giorno dorme??
Non si fanno messe, niente funerali battesimi o matrimoni...troppa gente insieme.
IL CALCIO....campionato sospeso (e chi se ne frega!).
Mostre, fiere, qualsiasi manifestazione sportiva....fine, non si fa nulla.
Non si devono quindi fare assembramenti al chiuso o all' aperto, va mantenuta una distanza di almeno un metro fra le persone che, mi ripeto, devono uscire SOLO per giustificato motivo, fare la spesa o per lavorare.
Chi viene fermato deve fare un autocertificazione che attesta il motivo dell' uscita.
Se l' autocertificazione, ad un successivo controllo, dovesse risultare non veritiera, si rischia l' arresto fino a 3 mesi.
Ho scritto tutto questo in modo che i "posteri" possano farsi un idea (magari alla lontana) di quello che stiamo vivendo oggi e che vivremo domani SE ci saremo ancora e qualcuno scriverà ancora qui sopra....
La colpa è solo nostra.
Le persone si sono comportate in maniera irresponsabile, fregandosene delle norme imposte in un primo momento quando FORSE era ancora possibile evitare la pandemia, aperitivo e sprizz a go-go, tutti a sciare, in passeggiata a Viareggio domenica ci saranno state 25.000 persone, ed eravamo già in piena emergenza con tutte le raccomandazioni rullanti in tv e su internet, inaudito....e lo stato, visto il dilagare dei contagi, ha dovuto inasprire e limitare gli spostamenti, ma basterà??.
Queste norme potranno e verosimilmente saranno ULTERIORMENTE INASPRITE con il BLOCCO TOTALE DI TUTTE LE ATTIVITA E DELLA LIBERA CIRCOLAZIONE DELLE PERSONE, compresi i trasporti pubblici....lasciando "in vita" solamente i supermercati accessibili ogni 2gg e chiaramente la sanità. Questo è quello che "ventila" oggi....15gg di chiusura totale (secondo me sarebbero sempre pochi, ci vuole minimo un mese di blocco totale ma totale davverotipo Cina) se vogliamo farcela.
Ad oggi siamo a circa 8514 contagiati, circa 650 morti, circa 1000 contagiati cel' hanno fatta a "guarire" ma il sistema sanitario nella super-lombardia è già oltre il limite.
E comunque il bene è che i focolai siano nati li, nell' eccellenza santaria.
Ma per adesso la curva è ancora in salita esponenziale, il picco prevedono sarà raggiunto forse fra un 20gg....inaudito, la gente deve restare a casa, il sistema non può reggere cosi....il picco va ritardato il piu possibile e la curva và "spianata" già adesso, altrimenti qui si muore come mosche signori miei....dicono sotto i 60 muore il 2% dei ricoverati in rianimazione....ok e allora i nostri padri o i nostri nonni sono già tutti condannati a morte????
Facciamolo per loro...
Gli ospedali nel "supernord produttivo" sono comunque al collasso, si pagano tutti i tagli alla sanità fatti dagli ultimi governi...e li ci sono le eccellenze, figurarsi....se sta roba malauguratamente dilaga al sud, in campania, in calabria... c@zzo....muoiono 3000 persone al giorno minimo!
Se il picco lo raggiungeremo DAVVERO fra 20gg, il 65%della geente si ammala, dobbiamo spostare avanti e diluire per tenere botta, in modo che quando i nuovi ammalati ne avranno bisogno, i vecchi ammalati avranno già liberato le terapie intensive... speriamo guariti.
Via basta, non ci pensiamo che se ne esce pazzi.......
Nel frattempo abbiamo le nostre stazioni per annullare le distanze e viaggiare almeno con la fantasia....le lunghe giornate in casa possono essere impiegate per qualche bel collegamento...e magari stando sempre attenti se mai qualcuno avesse bisogno....dobbiamo essere sempre pronti quali ausiliari di protezione civile...(io no, devo uscire PER FORZA per lavorare...finche non bloccheranno tutto o mi ammalerò e mi metteranno a schiantare dopo qualche giorno di "boccheggiamento" a vuoto in qualche ospedale viste le assolute mancanze di ventilatori polmonari per tutti...)
Nel frattempo evito contatti, non vado piu al bar ne a colazione o se mi viene fame a metà mattina, a pranzo non mangio proprio e....speriamo di cavarcela via....certo ogni tanto devo andare al supermercato....meglio cheil virus ci trovi a panza piena...
Ho due genitori over 75 da assistere, con tanti problemi, pregresse e concomitanti GRAVI patologie, suoceri quasi nelle medesime condizioni e un bambino di 8 anni che mi aspetta e al quale cerco di non far mancare mai il sorriso....nonostante oggi ci sia solo oggettivamente da piangere.
Che Dio ce la mandi buona...o almeno se non ne potremo fare proprio a meno....almeno rapida.
(73)
... 73 ...
Libero pensatore (e fors' anche radioamatore).
https://www.youtube.com/watch?v=F-8RItOZE30
Avatar utente
Filippo IZ5MJQ
Fondatore della ruota
 
Messaggi: 7164
Iscritto il: 22/10/2008, 14:04
Località: Lucca, JN53fu

Re: La radio ai tempi del COVID-19

Messaggiodi IK0TIX » 10/03/2020, 21:32

Filippo IZ5MJQ ha scritto:Rispetto al primo post, purtroppo le cose sono cambiate....in peggio!
....nel frattempo abbiamo le nostre stazioni per annullare le distanze e viaggiare almeno con la fantasia....le lunghe giornate in casa possono essere impiegate per qualche bel collegamento....


parole sante

Filippo IZ5MJQ ha scritto:Rispetto al primo post, purtroppo le cose sono cambiate....in peggio!
....(io no, devo uscire PER FORZA per lavorare...) (73)


siamo sulla stessa barca per altro anche in questo caso unica possiblità è pagare di tasca propria ovvero ferie! Sembra uno scherzo.
Io, come miei colleghi, siamo tra i più esposti in quanto lavoriamo tra il pubblico e tanta gente (a dir la verità ora in grossissimo calo) e non possiamo fermarci in primis per quella assunzione di responsabilità a cui accennavi. Fino all'ultimo dobbiamo fare funzionare le cose e se non fosse per qualche disparità in essere ne sarei anche orgoglioso.
Speriamo che il Buon Signore o la Buona Sorte (asseconda di cosa si vuol credere) ci dia una mano.

Un abbraccio a voi tutti ad una distanza di 4.5m (così dicono le ultime dalla Cina)
Max IK0TIX
Avatar utente
IK0TIX
Operatore Titolare
 
Messaggi: 151
Iscritto il: 15/10/2018, 15:28

Re: La radio ai tempi del COVID-19

Messaggiodi IK0TIX » 12/03/2020, 12:11

ragazzi che tristezza la mattina, a parte il mortorio ma nessuno sui ripetitori a darsi un saluto.
Mi tocca farmi il percorso con la radio si ma per sentire musica
Max IK0TIX
Avatar utente
IK0TIX
Operatore Titolare
 
Messaggi: 151
Iscritto il: 15/10/2018, 15:28

Re: La radio ai tempi del COVID-19

Messaggiodi Filippo IZ5MJQ » 12/03/2020, 19:26

La cosa piu assurda è che noi usciamo per andare a lavorare e potenzialmente possiamo impestarci e impestare altri, in primis i nostri cari che in casa NON teniamo certo ad un metro di distanza!
IL GOVERNO DEVE CHIUDERE TUTTO, gli operai devono stare in casa....devono mettere l' esercito in strada a prendere coloro che vanno a zonzo a far margherite come non stesse sucedendo niente e portarli in quarantena forzata!
Oggi l' apoteosi... ne ho viste sentite di tutti i colori...innanzitutto se vai in giro per lavoro, di gente in giro cen'è quanta ne vuoi...e il bello è che nella maggior parte dei casi sono anziani o coppie di anziani che vanno a giro, a zonzo cosi per il gusto di passeggiare....assurdo....poi senti dire di gente che aveva organizzato feste con 10 persone in casa, gente che andava a fare la spesa in 5 facendo il "giro largo", gente in quarantena perchè infettata marcia al quale è vietato assolutamente uscire che se ne va a zonzo e poi lo beccano a fare la spesa dentro il supermercato pieno di gente, altri che in attesa di fare il tampone si mettono a sputare su medici einfermieri facendli finire in quarantena....bar che dovrebbero essere chiusi e che poi fanno passare dalla "porticina" laterale gli affezionati clienti per giocare a carte e bere e mangiare...insomma, inutile prenderci in giro, di gente al pascolo cen' è non troppa....di più...le mascherine, i gel igienizzanti....semplicemente NON CI SONO....ho visto vendere le boccettine di Amuchina Gel su Internet (e anche sul blasonato Amazon) a 30 € l' una, quando un mese fa si pagavano 1,80€; sacchettini di mascherine chirurgiche da 20 pezzi a 350 euro, bottiglie di amuchina da un litro a 130€...ora semplicemente non si trova piu niente , c'è passata la finanza e ha fatto sparire tutto....ufficialmente...mi hanno proposto le mascherine usa e getta bianche OGGI a 15€ l' una "a umma a umma"...siamo proprio in Italia, fanno bene poi a prenderci tutti per il qulo.
SIGNORI MIEI FACENDO COSI CI STIAMO SUICIDANDO!
Io spero che st' incubo finisca presto ma anche ottimisticamente non la vedo rapida....chissà se per Giugno ce la farò a rivedere il mare (o selo rivedro mai il mare...)....oggi siamo a 12800 infettati, ben 1016 morti....con questi ritmi altro che cina, la doppiamo cento volte la cina.... laggiù il "regime" li ha aiutati perchè se uscivano li fucilavano.... qui tutti fanno come c@zzo vogliono, sono qui che vi scrivo e sento centinaia e centinaia di auto che sfrecciano sulla Sarzanese qui sotto....è una cosa vergognosa come la gente non capisca nulla, sono tutti decelebrati, impazziti...o solo un branco di cogli0ni suicidi.....si rischia seriamente di chiuderla con milioni di contagiati e centinaia di migliaia di morti, se tutto rimane cosi...la situazione OGGI è veramente MOLTO problematica per quanto riguarda i contagi....ad oggi con queste "teste" in giro non ci vedo onestamente una via d' uscita.
O meglio, una via di uscita ci sarà, tutto prima o poi finirà... dopo una mattanza.... (73)
... 73 ...
Libero pensatore (e fors' anche radioamatore).
https://www.youtube.com/watch?v=F-8RItOZE30
Avatar utente
Filippo IZ5MJQ
Fondatore della ruota
 
Messaggi: 7164
Iscritto il: 22/10/2008, 14:04
Località: Lucca, JN53fu

Re: La radio ai tempi del COVID-19

Messaggiodi IK0TIX » 14/03/2020, 20:17

L'esperienza di questa mattina è stata a dir poco esemplare.
Volevo comprare un po' di frutta e verdura non avendone più, quindi mi sono fatto coraggio, ho indossato guanti e mascherina e sono uscito.
Ho subito incontrato parecchi che correvano. :dots:
Ora, come detto nel mio post di qualche giorno fa, anch'io sono un runner ma da quando è uscita l'ordinanza mi sono fermato.
Ritengo che correre di per se non rappresenti un vero rischio poiché, proprio perché corri, ti tieni parecchio lontano dalle persone, ma io mi domando e chiedo: se, per la miseria!, c'è un ordinanza che ti dice di uscire solo per necessità per quale motivo devi sfidare le istituzioni????? per una corsa del cavolo :wallbash:

Ma questo non è tutto: arrivo al supermercato e prendo il mio numerino mettendomi in fila a debita distanza.
Devo dire che la maggior parte di noi aveva mascherina e guanti, qualcuno non aveva i guanti (nel supermercato ci sono) qualcun'altro non aveva la mascherina molto probabilmente perché non si trovano più, ma eravamo tutti lontani (qualcuno anche sul marciapiede opposto). Fin qui tutto OK ma la cosa assurda è che c'erano alcuni che ti si mettevano affianco (ovviamente senza maschera)!!!! :ymhug: ABBRACCIAMOCI SI
Se ti spostavi ti guardavano con aria di sufficienza. Altri invece, con uno spazio enorme a disposizione, passavano rasentandoti.
Credetemi ho fatto un veleno quest'oggi da non poter esprimere a parole :wallbash:
Tanti provano a fare il giusto ma pochi rovinano tutto. Tutto.
Lo so non ci voleva il COVID19 per capirlo ma come vi ho detto mi ci sono avvelenato ancor di più perché mi sono dovuto reprimere... sia mai scoppiava pure una discussione, questi stupidi ne sarebbero capaci.
Max IK0TIX
Avatar utente
IK0TIX
Operatore Titolare
 
Messaggi: 151
Iscritto il: 15/10/2018, 15:28

Re: La radio ai tempi del COVID-19

Messaggiodi Filippo IZ5MJQ » 24/03/2020, 21:50

Bene, sono passati 12 gg....e sono sempre vivo....adesso chi esce rischia dai 400 ai 3000 euro di multa oltre che il penale....insomma, tutti in casa, si può uscire solo per andare a fare la spesa o per andare in posta a PAGARE (sti b@stardi le bollette non le hanno bloccate e per andare in posta ci si può anche infettare, l' importante è PAGARE, ari stra-b@stardi!!); al canino gli fai fare la pisciatella sullo zerbino o sull' aiola davanti casa, fine delle passeggiate, fine delle corse al parco (e finalmente, con questi incoscienti che hanno continuato ad alimentare il virus fino a ieri...) niente lavoro (se non lavori per qualcosa di "trategico" o produzioni indispensabili), niente messe, matrimoni, funerali....se ti muore il babbo, la mamma, il nonno....te lo incassettano e manco lo puoi vedere....a me sta cosa fa venire freddo solo a pensarci, m,a siamo in regime di pandemia e queste sono le regole, tremende ma senza appello.
Speriamo che basti e che non debbano fermare del tutto il sistema, che già sta al 5% a esser ottimisti...permangono le code davanti ai supermercati dalla mattina presto alla sera, gli ingressi sono limitati, le persone devono rimanere almeno ad un metro fra di loro (meglio a 2 o 3...), se metti 100 persone (che all' interno di un supermercato manco le vedi, in tempi normali all' Esselunga al sabato 100 persone entreranno in 30 secondi....) una dietro l' altra in coda col carrello ti fai un bel "serpente" lungo un paio di cento metri se non di più....e l' ultimo se va bene entra dopo un ora e mezzo se non di piu....che casino....sti tempi ce li ricorderemo, MAI in passato aveamo dovuto nostro malgrado vivere una roba del genere...spero di non doverla vivere MAI PIU'....ma giorno dopo giorno dico " ma che razza di mondo di merd@ gli si lascia ai nostri figli...".
Devo essere sincero....sono andato un pò in depressione, un pò ASSAI direi....la radio difficilmente la accendo....ascolto un pò la sera sulla cb ma senza parlare...mi ha preso cosi, non ci posso fare niente, sono parecchio flippato....mi misuro la febbre un paio di volte al giorno per stare sicuro (quando c' hai i figli piccoli pensi a loro..) ; io sono uno molto attivo, che esce (uscivo) presto al mattino, avevo tutti i miei "rituali" e sta cosa mi ha stravolto....certo, niente di trascendentale, pensiamo a chi è in un letto a lottare, a chi lo assiste e tenta di salvarlo....questi si stanno facendo un mazzo grosso, il nostro è un sacrificio relativo, è bene specificarlo....però mi girano i cogli0ni tanto perchè ho 4 vecchi (genitori e suoceri) che non stanno bene....e sono a rischio, di conseguenza mi muovo io, vado al supermercato e faccio la spesa anche per loro, vado in posta anche per loro...tutto bardato con la mascherina, i guanti, le scarpe le lascio giu, mi spello le mani a furia di lavarmele....ma chissà se basta, se sta merd@ poi non è nell' aria, si sono smentiti 1000 volte alla tv...io so che i virus sono grossi dai 5 agli 8 micrometri...secondo me la mascherina è come mettersi a tirare i coriandoli attraverso una rete da polli, qui siamo a livello di polveri ultrasottili, altro che PM10...vabbè, lasciamo perdere....e faccio finta di nulla perchè anche io a livello polmonare non sono messo tanto bene.. da anni, quasi 30anni sulla strada si fanno sentire tutti e...la speranza è che ce la facciano... il pensiero è fisso a sta merd@, non si esce da li....vado a letto la sera, per qualche ora spero di vivere un incubo, ma al mattino quando mi risveglio risiamo da capo...non passa mai, c@zzo....non passa più, ma che c@zzo è... e in questo momento la radio è all' ultimo posto....la mente è in avaria.... :dots: (73)
... 73 ...
Libero pensatore (e fors' anche radioamatore).
https://www.youtube.com/watch?v=F-8RItOZE30
Avatar utente
Filippo IZ5MJQ
Fondatore della ruota
 
Messaggi: 7164
Iscritto il: 22/10/2008, 14:04
Località: Lucca, JN53fu


Torna a Discussione LIBERA

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti

cron